Quantcast
Connect with us

Attualità

Tenerini (Scansano Sempre): “Votare per me vuol dire garantire a Scansano coerenza e presenza. Non prometto miracoli, ma attenzione al territorio e alla gente”

Published

on

Tavolo-candidati-lista-Scansano-Sempre-per-Giancarlo-Tenerini-Sindaco

“Votare Giancarlo Tenerini per dare una coerenza ed una linearità di governo a Scansano, contro la scarsa presenza e l’incoerenza del Sindaco Marchi”. Lo sostiene il candidato Sindaco di Scansano Sempre Giancarlo Tenerini. “Dopo essere passato dal Pd ad una parte del centrodestra in pochi anni – afferma Tenerini- Marchi fa chiudere la campagna al sottosegretario Sileri che è uno dei pilastri delle politiche sanitarie del Governo, le stesse alle quali Fratelli d’Italia, alleato dello stesso Marchi, si oppone quasi in toto. Mi immagino come i militanti del partito che pochi giorni fa applaudivano a Grosseto la loro leader Meloni contro il Governo e le sue politiche, oggi possano trovarsi a 30 km di distanza ad applaudire chi indirizza e guida quelle stesse politiche. Questo è l’esempio di cosa dovrà attendersi Scansano nei prossimi cinque anni a livello di incoerenza che si aggiungerà ad un Sindaco uscente che, se riconfermato, ma non credo che o sarà, nonostante le parole, continuerà ad essere poco presente”. Tenerini annuncia poi la sua posizione sul vicesindaco. “Ritengo che sia giusto che Scansano abbia il vicesindaco – afferma il candidato di Scansano Sempre- Con il primo cittadino che è un rappresentante di una frazione, nel mio caso di Pancole, è normale che il paese più rappresentativo possa avere la seconda carica istituzionale. Il nome lo deciderò dopo le elezioni, visto che abbiamo una bella rosa, sia in termini di uomini che di donne, su Scansano”. Tenerini traccia il bilancio della campagna elettorale. “E’ stata bella e ricca di soddisfazioni – afferma- Abbiamo scelto di stare tanto tra le gente, sul territorio, rinunciando magari ad eventi con politici di rango. Crediamo che gli scansanesi, dopo anni di un sindaco poco presente, avessero bisogno di incontrare un candidato ed un gruppo pronti ad ascoltarli ed a raccogliere le loro richieste. Lo abbiamo fatto e sono convinto che questo ci premierà”. Il rammarico di Tenerini sono stati gli attacchi gratuiti di Marchi. “Credo che con gli avversari ci sia stato un rispetto reciproco – afferma- salvo con il Sindaco uscente che, in evidente difficoltà, ci ha rivolto varie accuse, facendo del vittimismo la sua arma. I cittadini, però, sono sicuro che non ci cadranno, perché hanno apprezzato la nostra campagna propositiva e mai sopra le righe, mentre hanno potuto notare l’atteggiamento del Sindaco uscente, spesso aggressivo nei confronti di chiunque gli facesse notare che stava sbagliando o che è mancato troppo spesso dal territorio”. Tenerini guarda ai primi cento giorni. “Non prometto miracoli – afferma- ma prometto attenzione al territorio ed alla gente. Per far funzionare bene un Comune occorre che giri la macchina amministrativa e, dunque, cercherò immediatamente di entrare in sintonia con i dipendenti affinché si sentano anche loro parte di una squadra di Governo. Vorrei anche rinforzare il numero dei dipendenti perché ce n’è sicuramente bisogno”.

Click to comment

Rispondi

I più letti di oggi

Copyright © 2020 GSTV24 - GrossetoSport Contatti: email - redazione@gstv24.it