Quantcast
Connect with us

Arte

Per la festività dell’Immacolata ad Arcidosso lo Sky Festival omaggio della comunità Dzogchen al maestro Norbu

Anche il cardinale Lojudice, arcivescovo di Siena, in visita pastorale a Merigar. Il sindaco: la nostra montagna simbolo unico di spiritualità e concordia tra fedi

Published

on

arcidosso-sky-festival-logo

In occasione delle festività dell’Immacolata, la Comunità Dzogchen, l’Associazione Dynamic Space of the Elements e l’Amministrazione Comunale di Arcidosso daranno vita allo SKY FESTIVAL. Il gioiello del cielo, una giornata all’insegna della gioia, della convivialità e dello spettacolo. La data del festival non è casuale, poiché proprio l’8 dicembre, la Comunità di Merigar celebra la ricorrenza della nascita del Maestro fondatore, Chögyal Namkhai Norbu (1938-2018) che per oltre 50 anni ha dedicato la propria vita a far conoscere l’antico insegnamento Dzogchen, che nella tradizione buddista rappresenta lo stato di profonda e naturale consapevolezza della mente, autentico patrimonio dell’umanità, a migliaia di persone in tutto il mondo. 

L’avvenimento assume quest’anno un particolare e importante significato in quanto Sua Eminenza l’Arcivescovo di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino, Cardinale Augusto Paolo Lojudice, sarà sull’Amiata e visiterà per l’occasione la sede della Comunità di Merigar, che si sta preparando ad accoglierla con il dovuto rispetto e reverenza. Alle ore 18:00, inoltre, presso la Chiesa della Madonna dell’Incoronata ad Arcidosso, il Cardinale presiederà la celebrazione eucaristica.

Ma venendo al Festival, partendo proprio dal MACO, il Museo di Arte e Cultura Orientale ospitato sulla rocca Aldobrandesca, frutto di oltre 35 anni di collaborazione tra il Comune di Arcidosso e l’Associazione Culturale Comunità Dzogchen di Merigar, la giornata sarà animata da vari eventi che caratterizzano la vera e propria kermesse di arte, cultura e tradizioni tibetane. Accompagnata dalla musica della Arcidosso Street Band, una sfilata multicolore di costumi provenienti da ogni parte del mondo darà inizio alla festa. La sfilata giungerà in Via Tibet (Parco del Tennis), in procinto di diventare Via Namkhai Norbu, dove saranno allestiti stand gastronomici, banchetti con prodotti artigianali, si ascolterà musica e si potranno ammirare prodotti della civiltà orientale. In serata il clou degli eventi con prestigiosi concerti e spettacoli circensi.

Il Festival è ad ingresso libero e gratuito e pur svolgendosi all’aperto si raccomandano le misure di prevenzione per il COVID 19 (distanziamento e mascherine). In caso di pioggia gli eventi si terranno al Teatro Comunale in Piazza Castello.

PROGRAMMA SKY FESTIVAL – IL GIOIELLO DEL CIELO


10.00: inaugurazione dei restauri eseguiti nel palazzo dell’ex-cancelleria sede del MACO Museo di Arte e Cultura Orientale con visita guidata ai musei del Castello.

11.30: partenza dal MACO della parata con costumi tradizionali provenienti da tutto il mondo, accompagnata dalla Arcidosso Street Band con arrivo in via Tibet.

12.30: Presentazione dei vestiti tradizionali provenienti dalle diverse comunità nel mondo, Spettacolo della Arcidosso Street Band e danze gioiose Khaita.

13.00: Pranzo tradizionale Tibetano con stand e bancarelle ed esposizioni.

16.00: Visita del Cardinale Augusto Paolo Lojudice accompagnato dal sindaco di Arcidosso Jacopo Marini alla Comunità Dzogchen di Merigar.

19.00: Tibetan street food e street food Amiatino con stand e bancarelle ed esposizioni.

20.00: Concerto lirico di Zeng Zhuo e Qu Shi Mei Mei, A seguire, spettacolo di danze tibetane, spettacolo del Garuda Cirque dalla Repubblica Ceca (Spettacoli acrobatici, giocoleria sperimentale e coreografie di danza), Concerto di Jaka feat. Mistilla & Chisco (tra i più famosi artisti italiani di musica Reggae e Black).

Click to comment

Rispondi

I più letti di oggi

Copyright © 2020 GSTV24 - GrossetoSport Contatti: email - redazione@gstv24.it