Quantcast
Magliano, Cinelli: “Come fa Tei a  sostenere che la convenzione sul  Pnrr non sia in continuità territoriale con gli altri comuni coinvolti?”

Magliano, Cinelli: “Come fa Tei a sostenere che la convenzione sul Pnrr non sia in continuità territoriale con gli altri comuni coinvolti?”

Redazione Nessun commento

“Mi meraviglia che il consigliere Tei, ex assessore provinciale di Grosseto, cada in errore proprio sulla geografia della Provincia e sul concetto di continuità territoriale che non significa che un comune confini contemporaneamente con tutti gli altri, ma che si proceda tra l’uno e l’altro senza interruzione, che peraltro non si registra mai tra Magliano, Scansano, Campagnatico, Civitella-Paganico e Cinigiano, dunque proprio non comprendo la polemica sollevata dalla minoranza per la convenzione che abbiamo per accedere ai fondi del Pnrr”. Così il Sindaco di Magliano in Toscana Diego Cinelli replica all’attacco dell’opposizione. “Il progetto – afferma Cinelli- prevede che il Comune, o quelli che si convenzionano, raggiungano i 15mila abitanti. La proposta di accordo che ci è giunta dalle altre amministrazioni, tra cui Scansano con cui condividiamo un confine molto ampio e con necessità simili, ci ha convinto che quella fosse la strada giusta”. Per Cinelli l’obiettivo è uno. “Portare sul nostro territorio le risorse del Pnrr – sostiene il Sindaco- e per farlo sono importanti le progettualità che si riescono a mettere in campo”. Il primo cittadino avrebbe pensato ad una risposta di ben altro tenore da parte delle opposizioni. “Non mi sarei aspettato applausi – sostiene il Sindaco- ma quanto meno un atteggiamento più costruttivo e meno polemico. Tanto più di fronte ad una convenzione che mette insieme amministrazioni che hanno messo da parte le opinioni politiche divergenti, visto che tre sono di centrosinistra e due di centrodestra, per gli interessi dei cittadini e dei rispettivi territori”. Le affermazioni di Tei riportano Cinelli ad alcune considerazioni fatte dal centrosinistra nel passato. “Durante il mio primo mandato – conclude il Sindaco- lanciai la proposta di entrare a far parte dell’Unione dei Comuni, insieme a Manciano, Pitigliano e Sorano. Ricordo ancora la reazione e l’opposizione da parte del centrosinistra locale, in consiglio e fuori. Oggi dallo stesso centrosinistra vengo attaccato per aver preso una strada diversa ed aver guardato ad una convenzione, peraltro limitata al Pnrr, sottoscritta da cinque comuni di cui tre che fanno parte della fascia confinante con Grosseto ed altri comunque dell’area collinare con necessità simili alle nostre. Credo che da parte di queste forze politiche ci siano delle idee poco chiare, sia sul particolare che sulla visione più ampia di indirizzo del territorio”.

Leave a comment

Rispondi